Alcatraz Lost Escape Room Milano

In mezzo alla baia di San Francisco, sulla rocciosa e inospitale isola di Alcatraz, sorge l’omonimo carcere, tristemente famoso per la sua durezza e per l’impossibilità di evadere. Fino al 1963, anno della sua chiusura, è stato un incubo per migliaia di detenuti, per sfuggire al quale in molti hanno rischiato la vita. Impossibile, infatti, evadere da The Rock (così è anche chiamato il carcere) o salvarsi dagli squali che infestano le acque intorno all’isola. Oggi Alcatraz è una meta turistica, ma è anche teatro di molti fatti strani e spesso inspiegabili, che ne hanno fatto uno dei luoghi più infestati di fantasmi del mondo. Alcuni visitatori dicono di aver udito strani rumori provenire da dietro la porta metallica che cela il corridoio dove, nel 1946, furono uccisi tre detenuti. Nella cella 14D, una delle note celle d’isolamento, tristemente note con il nome di “buchi”, si avverte una spiacevole e forte sensazione, accompagnata da un freddo insolitamente intenso. Nel locale delle docce, invece, si sente suonare un banjo, e secondo la leggenda si tratterebbe nientemeno che dello spirito di Al Capone, uno degli “ospiti” più illustri della terribile prigione.

[Image: Shutterstock]